Arrivano i parchi “religiosi” ?

Condividi questo articolo su :

Da Orlando e Buenos Aires, da Ho Chi Minh City a Bangalore, il grande boom dei parchi a tema religioso. Che potrebbero sbarcare in Europa

Un tempo in segno di devozione per il proprio dio si ergevano in suo onore templi e cattedrali. Adesso i parametri di riferimento sono cambiati, l’esperienza collettiva ha bisogno di più coinvolgimento  e per attrarre i fedeli occorre ingegnarsi: ecco quindi le Disney World della fede. 

Da Orlando e Buenos Aires, da Ho Chi Minh City a Bangalore, il grande boom dei parchi a tema religioso. Che potrebbero sbarcare in Europa

Un tempo in segno di devozione per il proprio dio si ergevano in suo onore templi e cattedrali. Adesso i parametri di riferimento sono cambiati, l’esperienza collettiva ha bisogno di più coinvolgimento  e per attrarre i fedeli occorre ingegnarsi: ecco quindi le Disney World della fede. 

Nella battaglia della show biz vince a mani basse il Cristianesimo con ben due parchi già esistenti (uno ad Orlando a due passi dal profano Topolino e uno a Buenos Aires) e altri due in costruzione. Ma le altre fedi non stanno a guardare. A sorpresa spuntano un Buddha-park in Vietnam e i progetti in 3D di un parco a tema indù dedicato a Krishna in costruzione a Bangalore. Scopriamoli insieme

A tu per tu con Gesù. Vivere i Vangeli, letteralmente. Ascoltare gli insegnamenti del Cristo stando tra la folla mentre racconta alcune tra le sue più famose parabole. Assistere alla passione di Gesù passo passo dal giardino dei Getsemani al Calvario… tutto questo e molto altro è l’esperienza offerta da Holy Land Experience di Orlando, un parco a tema cristiano. Accanto al Disney World e al Seaworld, la Gerusalemme dei temi biblici permette ai visitatori di vivere un’esperienza religiosa intensa e collettiva anche se  crocifiggere e far risorgere Gesù Cristo sei giorni alla settimana può sembrare leggermente fuori luogo.

Eppure i fedeli-turisti sembrano contenti e coinvolti da quelle che gli stessi organizzatori definiscono "lezioni" e non "visite guidate" che culminano di fronte alle tavole dei Dieci Comandamenti e ad una voce che da una croce gigante ammonisce "questa è l’unica speranza per l’umanità". Costruita da un ministro battista nel 2001, Holy Land ha subito una accelerata nel 2007 dopo essere stata acquistata dal Trinity Broadcasting Network, un’organizzazione evangelica pentecostale californiana che possiede anche la più grande emittente televisiva cristiana degli Stati Uniti 
 

Mezzanotte e cinque minuti. Prima degli americani sono arrivati gli argentini. Tierra Santa, il parco per famiglie a tema cristiano di Buenos Aires, ha visto la luce nel Duemila, con un anno di anticipo rispetto a Holy Land di Orlando. Anche qui la star indiscussa è Gesù che resuscita in media ogni ora. Nella Gerusalemme ricostruita  il Figlio di Dio perdona la prostituta, guarisce gli ammalati e spezza il pane nell’Ultima Cena, ma ci sono anche alcuni episodi precedenti come Mosè che libera gli schivi e La creazione.

 La prima tappa però è la natività e anche nella Buenos Aires del Ventunesimo secolo il Salvatore può trovare qualche inconveniente, come riporta nel suo blog una visitatrice "un centurione romano ci ha avvisato che la nascita sarebbe avvenuta con 5 minuti di ritardo causa problemi tecnici"… un tempo c’era Erode ora ingranaggi bloccati. La gente comunque partecipa alla rappresentazione tanto da portare la croce lungo la Via Crucis, pregare in gruppo e piangere di fronte ai dolori patiti da Gesù. Il parco inoltre è aperto anche alle altre due religioni del libro grazie ad un piccolo tempio e a una moschea che introducono la storia dell’ebraismo e dell’islam.

Disneyland incontra Buddha. Suoi Tien Park si trova ad Ho Chi Minh City, in Vietnam. A questo parco non manca proprio nulla: scivoli, go-kart, giostre, sfilate e spettacoli in maschera. Nulla di strano se non fosse per il tema scelto: la storia del paese tra tradizioni, leggende e buddismo. Così le statue sorridenti e placide dell’Illuminato si trovano ad ogni angolo pronte a portare fortuna se accarezzate sul ventre. Peccato che la meditazione e il silenzio siano difficili da rintracciare tra piscine dominate da immagini giganti di imperatori barbuti, spiagge artificiali, giochi d’acqua che ripropongono la battaglia tra il dio della montagna e il dio del fiume e inseguimenti stile Pirati dei Caraibi.

Se si sopravvive ai tormenti delle montagne russe e delle moto ad acqua si potrà trovare ristoro e pace nel Palazzo del Paradiso. E se vi rimane un po’ di tempo libero cercate il laghetto dove dar da mangiare alle paperelle. Ma attenzione, al posto delle paperelle qui ci sono 1500 coccodrilli e al posto delle molliche di pane, pezzi di carne cruda.

Le fantastiche avventure di Krishna. E dopo Cristianesimo e Buddhismo, l’Induismo sta per entrare nel magico mondo dei parchi a tema. Sono stati da poco approvati e presentati i progetti per il Krishna Lila Theme Park di Bangalore, non un semplice tempio per adorare l’affascinante principe indiano dalla pelle blu, ma un viaggio "nel fantastico mondo di Krishna". Anche in questo caso il materiale su cui lavorare non manca. La vita di Krishna (reincarnazione di Vishnu) tra demoni uccisi quand’era ancora in fasce e colline sollevate con la sola forza delle mani, offre notevoli spunti per un viaggio delle meraviglie su una piccola barca. Nella sua biografia non mancano poi momenti ludici chiamati appunto "Lila" ossia giochi divini.

Il complesso formato da un’altissima torre e da nove attrazioni è stato pensato e voluto da Iskcon Bangalore, un gruppo di Hare Krishna che vuole diffondere la conoscenza del loro dio e i suoi insegnamenti in modo divertente. E per promuovere Krishna e far avvicinare i giovani anche cinema in 4D ed esperienze multisensoriali. 

Coming Soon. Centro ricreativo, luogo di pellegrinaggio e di rinnovamento spirituale, questo nelle intenzioni sarà la "Terra Santa" di Subic Bay Freeport, a 100 chilometri da Manila nelle Filippine. Una nuova Gerusalemme per la rinascita spirituale della popolazione, approvata dal consiglio della Subic Bay Metropolitan Authority su proposta dell’organizzazione Holy Land Foundation. Il parco sarà suddiviso in un centro di svago e in uno di preghiera. Tra le attrazioni ci sarà un museo della Bibbia, un anfiteatro per i musical, un teatro-arca di Noè con tanto di burattini, un corso di arrampicata sulla roccia, un percorso ad ostacoli dal nome evocativo di "Viaggio in Paradiso", una Torre di Babele, Mosè e i 10 comandamenti e un centro benessere.

Manca invece ancora l’approvazione per il primo parco divertimenti a tema cattolico d’Europa. Dovrebbe sorgere a Capdepera, nel nord dell’isola spagnola di Maiorca. Anche in questo caso la volontà è quella di ricreare gli scenario del Vecchio e del Nuovo Testamento per permettere ai visitatori di immergersi totalmente nei racconti della Bibbia e soprattutto dei Vangeli "perché tutti possano conoscere le origini della spiritualità". Momenti clou: l’Ultima cena e la resurrezione ripetute a rotazione. Naturalmente i modelli sono Holy Land e Tierra Santa. Tra le costruzioni previste anche una replica del Muro del Pianto e un cast di comparse in costumi romani e palestinesi.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: