Arrivano i finestrini virtuali sulle navi da crociera

Condividi questo articolo su :

Prima o poi il futuro arriva. Come in tanti film di fantascienza, da quest’anno avremo una delle prime applicazioni pratiche su larga scala di un classico del cinema futuristico di Hollywood: la «finestra virtuale». Definizione (grazie all’Hd) e dimensione dei pannelli a costi contenuti permetteranno alla compagnia Royal Caribbean di lanciare su alcune delle sue navi da crociera, la finestra virtuale per quelle stanze che non godono della, non sempre disponibile, vista mare.

Prima o poi il futuro arriva. Come in tanti film di fantascienza, da quest’anno avremo una delle prime applicazioni pratiche su larga scala di un classico del cinema futuristico di Hollywood: la «finestra virtuale». Definizione (grazie all’Hd) e dimensione dei pannelli a costi contenuti permetteranno alla compagnia Royal Caribbean di lanciare su alcune delle sue navi da crociera, la finestra virtuale per quelle stanze che non godono della, non sempre disponibile, vista mare.

COME FUNZIONA – Lo rivela il sito internet della compagnia. In pratica chi lo desidererà,  potrà godere all’interno della cabina di un pannello di almeno 80 pollici di dimensione che andrà dal soffitto al pavimento su cui potrà vedere o il panorama che si potrebbe godere in quel momento uscendo all’aperto o panorami di fantasia scelti dal cliente con un telecomando, su quelli resi disponibili nel database della compagnia di navigazione. Non è escluso però che in futuro si possa godere di panorami a propria scelta, magari portandosi i filmati da casa. Per evitare che la differenza di esperienza cinetica tra i movimenti della cabina (dopotutto ci si trova sempre in mare) e le immagini presenti sulla finestra virtuale provochino vera e propria nausea nel passeggero, un sistema di intelligenza artificiale realizzato dalla Control Group, l’azienda che ha realizzato il sistema e che lavora da anni in collaborazione con il Mit e l’Università di Harvard provvederà a sincronizzare l’immagine con l’esperienza reale di movimento all’interno. E quando invece si vuole andare a dormire? Basta tirare le tende.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: