Annullata la Maratona di New York 2012 !!!

Condividi questo articolo su :

E’ una decisione storica quella presa dal sindaco di New York, Michael Bloomberg. Le polemiche degli ultimi giorni sull’opportunità di far disputare la Maratona di New York dopo i danni provocati dall’uragano Sandy hanno inciso sulla decisione. L’evento è organizzata dal NYRR (New York Road Runners), si corre ogni anno dal 1970 e non è mai stata annullata. E’ una corsa annuale di 42.195 metri che si snoda attraverso i cinque grandi distretti di New York City ed è la maratona più partecipata al mondo (ben 43.545 atleti arrivati al traguardo nel 2009).
 

E’ una decisione storica quella presa dal sindaco di New York, Michael Bloomberg. Le polemiche degli ultimi giorni sull’opportunità di far disputare la Maratona di New York dopo i danni provocati dall’uragano Sandy hanno inciso sulla decisione. L’evento è organizzata dal NYRR (New York Road Runners), si corre ogni anno dal 1970 e non è mai stata annullata. E’ una corsa annuale di 42.195 metri che si snoda attraverso i cinque grandi distretti di New York City ed è la maratona più partecipata al mondo (ben 43.545 atleti arrivati al traguardo nel 2009).
 
Fino a poche ore fa Bloomberg aveva tentato di portare avanti la sua linea ricordando che il suo predecessore Rudolph Giuliani “dopo l’11 settembre prese la decisione giusta di far correre la maratona, per unire la gente“. Una differenza tra i due casi che ha fatto imbufalire chi non era d’accordo con Bloomberg perché nel 2001 si corse due mesi dopo l’attentato e non a soli sei giorni di distanza dallo spaventoso uragano. Al nastro di partenza erano attesi oltre 47.000 atleti e secondo un recente studio, l’evento genera per la città un giro d’affari del valore di oltre 340 milioni di dollari.

 I critici sostenevano che tutti gli sforzi economici andavano dirottati sulle spese di ricostruzione e di aiuti alla popolazione, ma Mary Wittenberg, presidente della New York Road Runner (Nyrr), il comitato organizzatore, aveva affermato che erano stati elaborati piani di emergenza con il ricorso ad un maggior numero di ditte private per la gestione della gara per ridurre il peso sui servizi pubblici. Anche gli atleti erano apparsi divisi. Meb Keflezighi, vincitore dell’edizione 2009, aveva affermato che la gara e’ “un evento positivo“, perchè‚ “la città ha avuto molte inondazioni e vedere gente correre è l’esatto opposto“. Mark Laatjes, campione del mondo di maratona nel 1993, invece non ha dubbi: “Abbiamo visto un gente che ha perso tutto e in questo momento la città deve dedicarsi a chi ha bisogno di aiuto invece di usare per la corsa servizi essenziali“.
 
Alla fine ha prevalso la linea anti Bloomberg e lo stesso sindaco si è convinto. Queste le sue parole:
 

“Anche se la maratona non avrebbe distolto risorse dagli sforzi di soccorso, è chiaro che è diventata fonte di controversia e divisione. La maratona ha sempre unito la città e ci ha ispirato con storie di coraggio e determinazione. Non vogliamo che siano gettate ombre sull’evento e sui suoi partecipanti e per questo abbiamo deciso di cancellarla”.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social