Amburgo piace ai giovani

Condividi questo articolo su :

Gli appassionati dei Beatles sanno bene che la loro storia non li avrebbe trasformati nella band più celebre del mondo senza la loro esperienza ad Amburgo: è nella città tedesca, infatti, che hanno imparato a suonare, affinato lo stile, inventato il look con il particolare taglio di capelli (questo grazie alla fan Astrid Kircher che studiò per loro gli abiti e la pettinatura).

Gli appassionati dei Beatles sanno bene che la loro storia non li avrebbe trasformati nella band più celebre del mondo senza la loro esperienza ad Amburgo: è nella città tedesca, infatti, che hanno imparato a suonare, affinato lo stile, inventato il look con il particolare taglio di capelli (questo grazie alla fan Astrid Kircher che studiò per loro gli abiti e la pettinatura).

Proprio John Lennon ricordava quel periodo in cui “abbiamo fatto davvero progressi provando tutto quello che ci passava per la testa senza nessuno da cui copiare. Si suonava quello che ci piaceva di più e ai tedeschi andava bene cosi, purchè il volume fosse alto.” Proprio ad Amburgo si completò la mitica formazione, in quanto Ringo Starr incontrò qui per la prima volta i Beatles. Non mancano ovviamente tour organizzati che portano ai luoghi dove hanno mosso i primi passi, come il quartiere a luci rosse dove hanno siglato il loro primo contratto.

THE BEATLES: DA LIVERPOOL ALLA CONQUISTA DEL MONDO

Beatles a parte, la seconda città della Germania dopo Berlino è  una metropoli ricca di attrattive e sempre vivace: in ogni momento dell’anno vengono organizzati spettacoli, concerti, eventi sportivi e musicali, feste popolari e pullula di locali, teatri, pub, discoteche dove scatenarsi che si trovano soprattutto nel quartiere di San Pauli. Non è un caso che sia la città preferita dai giovani tedeschi.

Il suo porto è uno dei più grandi del mondo, che ospita oltre 22 navi mercantili ogni anno. E’ incoronato dal fiume Elba, che caratterizza anche il profilo cittadino, con il Lago Alster che ne è il cuore battente grazie ai caffè, ai parchi e ai viali che lo circondano. Ad Amburgo si snoda la Reeperbhan, probabilmente la strada più famosa della Germania, conosciuta non solo per i club a luci rosse, ma anche per ospitare i locali più popolari per il divertimento notturno. Il cuore della vita politica ed economica è il Rathausmarkt, la Piazza del Municipio, nel centro della città vecchia, dove si ergono il palazzo del Municipio e quello della Borsa. A poca distanza vale la pena visitare la bella Cattedrale di San Pietro.

AMBURGO, MAGIE D’ACQUA

Altra piazza importante è la Deichtorplatz, dove si si affacciano il Chilehaus, il Museo delle Arti Decorative, il principale di Amburgo, e la Kunsthalle. Dopo i bombardamenti che l’hanno distrutta, ad ovest della Città Vecchia si trova la Città Nuova, diventata nuovo centro vitale: qui si trova la chiesa di San Michele e il bellissimo Parco Planten und Blomen con la sua varietà di piante e di fiori. Visitare altri musei signfica andare alla scoperta del Museum für Hamburgische Geschichte che offre un percorso storico dal medioevo ad oggi, con le varie stanze che raccontano la storia del porto, del trasporto e del commercio, della vita culturale e sociale. L’Hamburger Kunsthalle und Galerie der Gegenwart è una galleria d’arte inaugurata nel 1869 che contiene, tra gli altri, capolavori di Manet, Liebermann, Friedrich e Munch.

Per un soggiorno di lusso il Kempinski Hotel Atlantic (An der Alster 72-79; tel: 0049/ 40 2888816; www.keminski.atlantic.de) ha mantenuto inalterata la sua fama dal 1909, mentre l’Hotel Wedina (Gurlittstraasse 23; tel: 0049/ 40280890; www.wedina.de) è particolare perché composto da quattro edifici: rosso, blu, giallo e verde, ciascuno dal design individuale. Per chi ama il pesce sa perfettamente che Amburgo è una delle migliori città della Germania per quel che riguarda i crostacei e il pesce. Il Cox (Langhe Rehine 68 press de Greifswalder Strasse 63; tel: 0049/ 40249422) è uno dei migliori indirizzi dove gustare i piatti tipici tedeschi con influenze francesi, mentre al Fischkuche (Kajen 12; tel: 0049/ 40 365631) si può osservare la preparazione dei piatti.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: