Alla scoperta del vino californiano

Ad avere il primato di ottimi vigneti non è solo il Belpaese, facendo il giro del mondo è possibile scorgere interessanti ed innumerevoli località dove degustare il nettare di Bacco è una vera delizia.  Volando in terra a stelle e strisce si approda in California, il brillante stato della costa occidentale là dove si produce la quasi totalità del vino degli Stati Uniti d’America, motivo per cui viene considerata il “Mediterraneo del Nuovo Mondo”. 

Ad avere il primato di ottimi vigneti non è solo il Belpaese, facendo il giro del mondo è possibile scorgere interessanti ed innumerevoli località dove degustare il nettare di Bacco è una vera delizia.  Volando in terra a stelle e strisce si approda in California, il brillante stato della costa occidentale là dove si produce la quasi totalità del vino degli Stati Uniti d’America, motivo per cui viene considerata il “Mediterraneo del Nuovo Mondo”. 

Capelli al vento, soavi melodie come sottofondo e non serve altro per salire in macchina e lasciarsi conquistare dalle scenografie che questa terra è in grado di offrire ai visitatori desiderosi di degustare il meglio che i vigneti locali hanno da offrire inseguendo il sogno enogastronomico della California Wine Road Trip.
 
 A pochi chilometri da San Francisco il paradiso enologico ha un nome, Napa Valley, una regione golosa conosciuta anche come Wine Country in quanto, proprio nei suoi vigneti, in oltre duecento aziende vinicole, viene prodotto ogni anno oltre il 60% del vino dell’intera California e il 90% degli Stati Uniti, conquistando il quarto posto su scala mondiale in qualità di produttore di vino rivelandosi un ottima meta per gli appassionati di turismo eno-gastronomico e per i palati sopraffini.
 
Sono quasi 20 milioni i turisti che visitano le regioni vinicole in tutto lo stato per esplorare e degustare i vini e testare la vasta offerta culinaria: cantina dopo cantina, vale la pena lasciarsi conquistare dal gusto di uve internazionali dai nomi altisonanti come Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Pinot Nero oltre ovviamente a specialità locali come lo Zinfandel. Interessante il tour a bordo del Wine Train, un treno sui generis che permette di visitare, comodamente a bordo delle sue carrozze, le più famose località della valle, intrattenendosi in compagnia di vini e prodotti tipici locali.
 
Al di là del Mount Veeder, porte aperta ad un’altra dimensione tutta da bere, la Sonoma Valley, patria di delizie come Zinfandel, Carignan, Petit Syrah, Pinot Nero, Merlot, Chardonnay, Sauvignon e Colombard. Consigliata anche una sosta nella regione di Los Carneros “pecora” in spagnolo, sita a cavallo tra Napa e Sonoma, in prossimità della San Pablo Bay, famosa proprio per gli animali che, pascolando su quelle colline, mangiano l’erba dei terreni destinati alla  produzione vinicola ecosostenibile che viene attuata in California dal California’s Sustainable Winegrowing Program.
 
 Grande vocazione vitivinicola anche nel villaggio costiero di Mendocino dove, oltre al nettare di Bacco, c’è posto per un’altra delizia sopraffina, il cibo degli dei ovvero il cioccolato dove visitare il Mendocino Chocolate Company dove acquistare dolci e praline.
 
 
 Informazioni utili:
 www.discovercaliforniawines.com

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: