Agli Italiani piace il lastminute

Condividi questo articolo su :

Biglietti aerei in offerta, hotel prenotati in extremis, pacchetti in saldo: il 20 per cento degli italiani sceglie la partenza dell’ultimo istante. Si risparmia fino alla metà e si rischia poco.

Da avventura per spericolati a viaggio per famiglie, con generazioni di bambini e ragazzi ormai abituati a (felici) scelte dell’ultimo momento. Il last minute cresce, diventa più sicuro, e almeno il 20 per cento degli italiani che vanno in vacanza sceglie questa formula per aerei, alberghi e altri servizi. Un boom, dicono gli operatori, nato soprattutto grazie al passaparola, alle esperienze positive di chi aveva acquistato – risparmiando fino al 50 per cento – lo stesso volo o lo stesso pacchetto viaggio tre giorni prima di partire.

Biglietti aerei in offerta, hotel prenotati in extremis, pacchetti in saldo: il 20 per cento degli italiani sceglie la partenza dell’ultimo istante. Si risparmia fino alla metà e si rischia poco.

Da avventura per spericolati a viaggio per famiglie, con generazioni di bambini e ragazzi ormai abituati a (felici) scelte dell’ultimo momento. Il last minute cresce, diventa più sicuro, e almeno il 20 per cento degli italiani che vanno in vacanza sceglie questa formula per aerei, alberghi e altri servizi. Un boom, dicono gli operatori, nato soprattutto grazie al passaparola, alle esperienze positive di chi aveva acquistato – risparmiando fino al 50 per cento – lo stesso volo o lo stesso pacchetto viaggio tre giorni prima di partire.

Last minute e offerte speciali non sempre coincidono, e chi sceglie questa strada deve mettere in conto almeno un’oretta di ricerche, pazienza e attenzione, o affidarsi al proprio agente di viaggio, che farà la stessa cosa con maggiore competenza e vi proporrà soluzioni diverse. Ma intanto sono nate agenzie specializzate, come "Un punto nel mondo", e siti che vivono esclusivamente sulla comparazione, come www. bookingam. com che mette sistematicamente a confronto le tariffe delle principali società di viaggi on line, da Expedia a Opodo, da lastminute a edreams. "Le offerte last minute – spiega Antonio Longo, presidente di Mdc (Movimento difesa del cittadino, una delle associazioni di consumatori che in questi anni hanno prestato un’attenzione crescente a chi si sposta) – possono essere un’ottima occasione per chi ha un minimo di elasticità rispetto agli standard di comfort e può decidere senza troppo anticipo.

Acquistando biglietti aerei, di solito, non si verificano problemi, se invece si prenotano in questo modo anche case o alberghi basta un minimo di prudenza in più per verificare la corrispondenza tra ciò che si è scelto e il servizio che si troverà effettivamente una volta arrivati a destinazione: meglio portare con sé tutti i documenti, mail comprese, scambiati con chi ha venduto il pacchetto". 

Alcune mete e alcuni tipi di viaggio sono più convenienti di altre se scelte con poco anticipo: è il caso dei voli intercontinentali, dove gli sconti e l’eventuale vendita dei posti rimasti liberi durano fino a poche ore prima della partenza. Località turistiche consolidate, dalla Sardegna alla Grecia, dalle capitali europee agli Stati Uniti, sono anche quelle che consentono maggior margini per il last minute, più difficile trovare un pacchetto per il Cile o per Tokyo a prezzi ribassati. Esistono anche servizi specializzati di assistenza, come European consumer Centre Italy (Tel. 06-44238090, o infoecc-netitalia. it) che aiutano chi all’arrivo non trova ciò per cui ha pagato. Ed è meglio saldare con un bonifico o un assegno, portando con sé la documentazione relativa. Ma questi sono i dettagli. Last minute e last second (l’ultimo nato nel settore, per chi davvero può permettersi di cambiare destinazione e giorno di partenza fino all’ultimo momento) assomigliano più a uno stile di vita che a una proposta commerciale.

L’esatto contrario della "stessa spiaggia, stesso mare", una rottura delle abitudini e qualche volta una scoperta che – altrimenti – non avremmo mai fatto. Il rischio? Diventare last minute-dipendente, e non staccarsi più dal computer che continua a aggiornare le offerte. Provare per credere esplorando gli specialisti dei viaggi on line, come Opodo, la più grande in Europa: 500 compagnie aeree, 125.000 hotel e 7.000 autonoleggi vengono continuamente messi a confronto, e spesso "in saldo", sulla sezione dedicata a chi è pronto a partire e non ha troppi pregiudizi. E un’attenzione particolare viene ormai dedicata da tutti i principali operatori che utilizzano il web ai sistemi di sicurezza per proteggere privacy e carta di credito di chi compra.

Fonte: www.repubblica.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: