Ad Atlantic City la fiera del gelato italiano

Condividi questo articolo su :

Domenica 21 settembre si aprirà ufficialmente al Convention Center di Atlantic City la prima edizione di Sigep Usa, organizzata da Rimini Trade Fair, Inc. e Frozen Desserts Expo LLC, organizzatore fieristico che presidia negli Stati Uniti il segmento delle esposizioni su panificazione e dolciario artigianale. La manifestazione si concluderà martedì 23 settembre.

Domenica 21 settembre si aprirà ufficialmente al Convention Center di Atlantic City la prima edizione di Sigep Usa, organizzata da Rimini Trade Fair, Inc. e Frozen Desserts Expo LLC, organizzatore fieristico che presidia negli Stati Uniti il segmento delle esposizioni su panificazione e dolciario artigianale. La manifestazione si concluderà martedì 23 settembre.

A Sigep Usa – e all’American Bakery Expo, Salone Americano della Panificazione che si svolge in contemporanea – parteciperanno 160 espositori americani ed italiani, con numerose aziende del belpaese qualificate e orientate all’internazionalizzazione, prevalentemente nel settore della gelateria artigianale.

"Sigep Usa – commenta Patrizia Cecchi, Direttore della Business Unit 1 di Rimini Fiera – rappresenta un ulteriore passo in avanti del solido progetto che la nostra azienda sta sviluppando per accompagnare oltre confine le imprese orientate ai mercati internazionali".
"Le aziende italiane – sottolinea Gabriella De Girolamo, Project Manager di Sigep Usa – hanno mostrato apprezzamento per la nostra proposta, ritenendo come noi che il mercato statunitense rappresenti un mercato attuale e potenziale di grande interesse, grazie all’apprezzamento sempre più diffuso per il gelato artigianale made in Italy".

L’attesa per il prodotto italiano è ben rappresentata da un recente articolo apparso sul New York Times (3 settembre 2008), dal titolo ‘Crema gelata fatti da parte, largo al gelato’ e nel quale si sottolinea che il ‘..morbido e saporito gelato italiano – non una novità negli Stati Uniti – ha dovuto lottare per prendere piede. Molti consumatori sono stati disgustati dalle troppe cattive versioni americanizzate, il che, a sua volta, ha inizialmente dissuaso molti potenziali imprenditori?.

Ma già da qualche tempo il gelato, sempre secondo il New York Times, prende piede a fianco dei caffè, i formaggi e vini artigianali nel catturare la simpatia degli amanti del cibo. Con ironia, il giornale americano sottolinea infine che ‘…Con meno della metà del grasso’ del classico ‘ice-cream’ ‘il gelato ingrassa meno ed è più salutare, e il suo sapore denso e ricco, oltre alla sua consistenza morbida, può dare… assuefazione!’.

Fonte: www.puntobar.com

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: