A Roma la mostra sulla Ferrari

Condividi questo articolo su :

Ferrari con al volante le donne più belle del mondo. È il leitmotiv della mostra fotografica ospitata dal Ferrari Store di Roma dal 4 aprile al 5 maggio dedicata ai 60 anni della casa di Maranello, una carrellata storica delle grandi dive del passato che si sono realmente messe al volante del celebre marchio. Si comincia nei lontani anni 50 quando guidare, soprattutto per le donne, era sinonimo di emancipazione e conquista sociale.

Ferrari con al volante le donne più belle del mondo. È il leitmotiv della mostra fotografica ospitata dal Ferrari Store di Roma dal 4 aprile al 5 maggio dedicata ai 60 anni della casa di Maranello, una carrellata storica delle grandi dive del passato che si sono realmente messe al volante del celebre marchio. Si comincia nei lontani anni 50 quando guidare, soprattutto per le donne, era sinonimo di emancipazione e conquista sociale.

Eccola allora Ingrid Bergman sfrecciare con il suo piccolo bolide. Fu lei ad ordinare la celebre Berlinetta 375 Mille Miglia esposta al Salone di Parigi come esemplare unico. Molto probabilmente sulla scia del regista Roberto Rossellini, suo compagno nella vita, che stravedeva per le rosse di Maranello.

E non è che l’inizio. Scorrono le foto e scorre con esse anche la storia della Ferrari che riuscì a catalizzare l’attenzione di altre star internazionali come Zsa Zsa Gabor. Non manca neanche il tocco principesco di Maria Gabriella di Savoia e piccoli istanti di storia. Come la foto che ritrae Isabella Taruffi salutare il marito, il grande campione Piero, all’arrivo vittorioso della Mille Miglia del 1957.

Ogni scatto, la maggior parte sono anonimi, ha fissato così nel tempo un pezzo di storia italiana esportato nel mondo intero. Ma la mostra non racconta solo le bellezze di donne e motori, caratteristica in questo senso la foto che ritrae Miss Universo 1963 a bordo della 250 P di Pedro Rodriguez. In scena finiscono anche i piccoli grandi drammi di chi pure era sempre sotto i riflettori.

Come l’ereditiera statunitense Barbara Hutton, immortalata in uno dei suoi rari istanti di felicità sulla costa di Monterey in California, a bordo del suo bolide. Proprio lei che per amore del marito Igor Troubetzkoy, campione della Ferrari, tentò il suicidio.

Fonte: www.panorama.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: