A Belfast nel castello di Big Fish

Condividi questo articolo su :

Continuando il nostro itinerario, la domenica mattina potrebbe essere dedicata allo storico Castello di Belfast, costruito nel 1870: è un meraviglioso edificio in pietra arenaria sulle pendici di Cave Hill. Dalla sua posizione si può godere di una bellissima vista su tutta la città e si dice che proprio la Cave Hill abbia ispirato Jonathan Swift nel suo Gulliver, quasi a raffigurare un gigante dormiente.

Continuando il nostro itinerario, la domenica mattina potrebbe essere dedicata allo storico Castello di Belfast, costruito nel 1870: è un meraviglioso edificio in pietra arenaria sulle pendici di Cave Hill. Dalla sua posizione si può godere di una bellissima vista su tutta la città e si dice che proprio la Cave Hill abbia ispirato Jonathan Swift nel suo Gulliver, quasi a raffigurare un gigante dormiente.

L’edificio attuale è stato costruito tra il 1862 e il 1870 da George Chester e progettato in stile baronale scozzese. L’Adventurous Playground, un centro di informazioni per turisti, e l’eccellente Cellar Restaurant dove ci si può concedere una piacevole sosta culinaria permettono grandi occasioni di svago nel castello di Belfast.
 
Se poi viaggiate con bimbi al seguito, sappiate che il vicino giardino zoologico ospita oltre 140 specie di animali e protegge le specie a rischio di estinzione dal 1933. Altra esperienza da fare con tutta la famiglia è quella all’Odyssey’s W5 (di domenica aperto dalle 12 alle 18), un moderno centro interattivo che si occupa di scienza e scoperte. Qui è possibile cimentarsi con cose davvero particolari, come passare ai raggi x, provare le grandi invenzioni, andare nella galleria del vento, scoprire come nascono le auto da corsa e persino assistere a uno spaventoso tornado. Sono presenti mostre interattive suddivise in 5 zone ricche d’avventura e si può vedere anche il campo della squadra Belfast Glants che gioca hockey su ghiaccio.

Il tempo che rimane bisogna dedicarlo agli altri luoghi simbolo della città. L’imponente Cattedrale anglicana di St. Anne, la cui costruzione è durata quasi un secolo dal 1899 al 1981, presenta vari stili architettonici, dal romanico al vittoriano al moderno mentre all’interno si ammirano soprattutto le vetrate colorate, i marmi delle pareti e le decorazioni ad intarsi dei pilastri nella navata centrale.
 
Negli  splendidi Giardini botanici tutti i giorni sbocciano nuovi fiori e piante di straordinaria bellezza, per questo è una delle attrazioni più conosciute. Famosa è la serra, la Palm House, uno dei primi esempi d’architettura curvilinea  in ghisa e vetro. All’interno sono presenti una buona varietà di piante tropicali.

Nei Botanic Gardens si trova l’Ulster Museum che ospita diverse collezioni, tra cui alcune di arte contemporanea internazionale, arte e arredamento irlandese, vetro, ceramiche, argento e abiti, oltre a una mostra sulla vita in Irlanda durante 9000 anni. Infine non dimenticate la foto ricordo assieme alla scultura "Big Fish" sulla riva del fiume Legan, l’ennesima scultura simbolica di Belfast. Si tratta di un grande pesce posto a Donegall Quay, sull’area della banchina nel punto dove partono le gite in battello sul fiume, che celebra il giorno in cui nelle acque del Lagan tornarono i salmoni.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: