Sci

Sci estremo in Val di Fassa

Marmolada

Oltre 230 chilometri di piste, snowpark, percorsi con le ciaspole, tracciati freeride. E uno skitour mitico: il Sellaronda. Benvenuti in Val di Fassa, Trentino, la “palestra” degli azzurri, servita dal Dolomiti Superski. Dalla Val di Fassa gli ingressi al Giro dei Quattro Passi intorno al massiccio del Sella sono due: da Canazei o da Campitello di Fassa. Le piste, quelle mitiche, sono invece cinque: Col Margherita, Thöni, Buffaure, 3-Tre e Ciampac.    ( leggi tutto )


Sciare sotto la luna

Engadina

Al chiaro di luna è meglio. Quando l’unico rumore che si sente è il fruscio degli sci, riflessi d’argento illuminano la neve e i profili delle montagne penetrano tra le ombre del bosco. Sono sempre di più, a ogni stagione sciistica, gli avventurosi e i romantici che si cimentano con le discese nelle notti attorno al plenilunio. E sono sempre di più le località alpine che organizzano serate sugli sci sotto le stelle, tenendo aperti gli impianti fino a tarda notte nei giorni intorno alla luna piena. Le date chiave? I pleniluni del 16 gennaio, 15 febbraio, 16 marzo e 15 aprile 2014.   ( leggi tutto )


Freerider-mania: tutti gli itinerari

Adamello

Qual è il sogno di ogni sciatore? La neve fresca. Le stazioni lo hanno capito e, accanto alle normali discese, hanno cominciato a proporre itinerari di «fuori pista controllato».

È un ritorno alle origini dello sci: oltre un secolo fa, quando Adolfo Kind, un ingegnere grigionese giunto per lavoro a Torino, seminava il terrore fra i montanari della val di Susa, volando sulla neve vergine con ai piedi un paio di aste ricurve, che non si erano mai viste prima.   ( leggi tutto )


Courmayeur: freeride mania

Freeride

Adrenalina in pista per il Freeride World Tour, dal 18 al 20 gennaio. Unica tappa italiana dell'evento invernale più atteso dell'anno. Il tour continua poi in giro per il mondo, aspettando la finale di Verbier, il 23 marzo.

Ci siamo. Arriva - o meglio, ritorna - il Freeride World Tour, uno dei più attesi happening on-the-snow per gli amanti degli sport invernali ad alto tasso adrenalinico.   ( leggi tutto )


Sulle piste del Cervino

Cervino

Natura e paesaggio. Sono in cima ai desideri degli italiani per decidere una vacanza, o una settimana bianca. Insieme alla voglia di silenzio e ai prezzi possibili. Non a caso, in montagna, la novità è il boom dello scialpinismo e delle passeggiate con le ciaspole. Le fughe sulla neve si spostano sempre più ad alta quota, per gli scenari intatti e le grandi vette che si stagliano nel cielo. E in cima alle esperienze più emozionanti c’è sicuramente la visione del Cervino, che si innalza fino a 4478 metri. Chi sceglie come destinazione bianca le tre vallate che cingono il Cervino, fra Italia e Svizzera, trova davvero natura, paesaggio, silenzio (e prezzi possibili). Oltre alla felice alchimia di moderna tecnologia e fascino rétro.    ( leggi tutto )


Inverno in Svezia

Lupi

Da quelle parti si dice che esista un battesimo della solitudine. O si sfugge per non tornare mai più, oppure il Grande Nord ti resta dentro. Per tutta la vita. La Lapponia è uno spettacolo di natura. Un territorio vastissimo, tra piatte distese di neve, foreste di betulle animate da rari villaggi, branchi di renne ed esploratori che ricordano gli eroi di Jack London. Bastano quattro ore di volo per immergersi nella terra di Babbo Natale, in una Lapponia da cartolina, ma con il pregio di essere autentica e lontana dagli stereotipi che la vogliono gelida e quasi inaccessibile.    ( leggi tutto )


Canada - Sciare al mare

CanadaInaugura Le Massife, nuova e tecnologica stazione sciistica di Charlevoix, nel Québec

 Sciare su una neve “perfetta”, farinosa e compatta allo stesso tempo, con un occhio alle cime montuose e uno all’immensità dell’oceano che si apre davanti a noi. Possibile? Sì se il luogo è Le Massife, la nuova e tecnologica stazione sciistica di Charlevoix, nel Québec.    ( leggi tutto )


Il decalogo del perfetto sciatore

Sci

La prima neve è arrivata, molti impianti sciistici hanno già aperto e la stagione sciistica ha preso il via. Agli appassionati di sport invernali non resta che preparare gli scarponi, affilare le lame, indossare tuta e guanti e scegliere per quale località partire

Prima della discesa, però, ripassate le dieci regole di comportamento del buon sciatore, diffuso anche quest'anno dall'Arma dei Carabinieri per prevenire gli incidenti sulle piste e fare in modo che il divertimento vada a braccetto con la sicurezza.   ( leggi tutto )


Courmayeur, regina dei fuoripista

Fuoripista

Dalle piste di Plan Chécrouit al fondo in Val Ferret: la cittadina che guarda in faccia il Monte Bianco mescola da sempre grande sci e mondanità. Tutti gli eventi e gli indirizzi segreti da scoprire a "Courma". E qualche novità.

È il destino delle grandi stazioni sciistiche. Un po' come Cortina: sei "giusto" se ne parli male. Prendi Courmayeur, troverai sempre quello infastidito dallo struscio di via Roma, disposto a farsi torturare prima di ammettere che il centro pedonale di "Courma" non è poi così male per atmosfera e architettura.    ( leggi tutto )


In treno a sciare

Treno della Bernina

Il trenino rosso del Bernina ha compiuto 100 anni, ma li porta bene. Ancora oggi porta gli sciatori da Tirano a Sankt Moritz passando per Diavolezza, l'area di sci del Bernina, attraverso paesaggi fantastici. Gli sciatori che invece da Tirano devono andare a Bormio, Santa Caterina o Livigno, dopo un viaggio di 2 ore da Milano, devono ancora sobbarcarsi ore di pullman per arrivare a destinazione. L'istituzione del treno della neve per la Valtellina con interscambi di bus a Colico, Sondrio e Tirano, non ha avuto il successo sperato. Eppure, in momenti di ripensamenti ambientali la ferrovia potrebbe offrire un'opportunità di viaggio «pulita», economica e anche suggestiva.    ( leggi tutto )


tipi di contenuto
© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck