Orlando: Apre il parco divertimento di Harry Potter

Herry Potter

Apre il parco divertimento di Harry Potter, dove la realtà supera la finzione. Tra Quidditch, draghi e voli sull'Ippogrifo. A Orlando, il 18 giugno

Aspiranti maghi, sfoderate le bacchette perché il momento è arrivato. Dopo cinque anni di lavori, il 18 giugno si alza il sipario sul faraonico The Wizarding World of Harry Potter, il parco divertimento dedicato al maghetto più famoso della storia.

Otto ettari di fedelissime ricostruzioni all’interno del Universal’s Island of Adventure di Orlando, in Florida, per fare quello che avete sempre sognato: diventare invisibili, volare su un ippogrifo e giocare a Quidditch a cavallo di un manico di scopa. Impossibile? Macché, l'alta tecnologia e la robotica insieme a un investimento esorbitante – hanno fatto il miracolo e i fan della saga di J.K. Rowling non rimarranno delusi.

“Tutto quello che avete letto nei libri e visto nei film c’è”, parola di Thierry Coup, art director del parco. Dal castello di Hogwarts al binario 9, dalla casa di Hagrid al Ministero della Magia, all’appello non manca nulla. Prima fermata, Hogsmeade, il villaggio dei maghi, per fare scorta di tutto il necessario: nella bottega Ollivander ci sono centinaia di bacchette che aspettano di trovare il proprio padrone; da Mondomago si vendono gli accessori per il Quidditch, spettroscopi e ricordelle; orecchie oblunghe, telescopi e spioscopi si trovano invece da Zonko. Per rimpinzarsi di Cioccorane, Burrobirra e gelatine tutti i gusti +1, bisogna fare tappa a Mielandia.

Una volta assunte le sembianze dei maghetti professionisti, inizia il gioco. Tra le attrazioni principali, i roller coaster Il volo dell’Ippogrifo; Dragon Challenge, dove i partecipanti scelgono il proprio drago; le montagne russe Harry Potter e il Viaggio Proibito che, grazie a monitor ed effetti 3D, fanno rivivere le avventure del giovane protagonista e dei suoi inseparabili amici. Il riposo è assicurato nella Guferia, mentre per una pausa pranzo magica, l'appuntamento è al ristorante I Tre Manici di Scopa. Impossibile resistere all’Emporio di Gazza e dei Beni Confiscati dove si comprano boccini d’oro, formule magiche e tutti gli oggetti confiscati agli studenti della scuola di magia. E poi, c’è la Owl Post, per inviare cartoline con i francobolli ufficiali. Non si può tornare a mani vuote. Ma se poi a casa la bacchetta magica non funziona, il Parco di Orlando non si assume alcuna responsabilità.

Info: http://www.universalorlando.com/harrypotter/

Fonte: www.corriere.it

 


 
 Cerca un hotel per questa destinazione



© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck