I fashion party di New York

Fashion

Due volte all'anno i party della fashion week newyorkese dettano legge per i successivi sei mesi di festeggiamenti, e scatenano una feroce competizione tra i club della Grande Mela per accaparrarsi il meglio della scena internazionale che si sta per riversare per le strade - e i locali - della città. Per questa stagione la scelta dei posti più cool è stata in qualche modo prevedibile, ma non si può negare che sia emersa qualche nuova leva.

Ecco cos'è successo:

Clubs

Boom Boom Room -  Olivier Zahm ha trasferito il suo famoso Purple afterparty nell'attico del suo caro amico André Balazs, al The Standard. Ma il picco di scompiglio della serata si è raggiunto quando sia Olivier che André non sono stati fatti entrare alla propria festa, causa un delirio provocato da una folla di persone che cercava di intrufolarsi al party, tenuta a bada da un esercito di buttafuori un po' troppo zelanti. Alla fine comunque tutto è finito bene, e i due sono riusciti a incontrare gli ospiti regolari della serata, tra cui Lily Donaldson, Vladimir Restoin Roitfeld, Karolina Kurkova, Chloë Sevigny e Solange Knowles.

Le Baron - Sembra incredibile che il club parigino di André Saraiva sia stato aperto solo da un anno, ma questa settimana ha effettivamente celebrato il primo anniversario organizzando un "anti-afterparty" con il fashion brand ØDD. Theophilus London è arrivato dopo aver fatto il DJ al dinner-party di DVF all'Indochine, dove tra gli ospiti si annoveravano il sindaco Bloomberg e Chiara Clemente. Qui si è trovato a suonare per un pubblico decisamente differente, composto dagli "scenester" di Saraiva, inclusi la ex-fidanzata Annabelle Dexter-Jones (che aveva appena partecipato alla proiezione del suo film And After All al Mondrian Soho), Sabine Heller, Johan Lindeberg e Russell Simmons.

Bow - Nonostante sia sulla scena da poco, questo locale dark e underground ha ospitato l'afterparty di Prabal Gurung, eliminando qualsiasi eccesso di glamour dalla folla fashionista. Grazie ad un'atmosfera fumosa, dal sapore di pelle e borchie, il party si è rivelato molto più cool di tante controparti patinate. La rapper Eve si è esibita in una performance che ha fatto ballare gli amici di Prabal - Barbara Bush, Maggie Betts, Monique Pean e Jamie King - sui tavoli, mentre lui li guardava divertito per poi unirsi ogni tanto alla mischia.


Ristoranti

Acme - Se mai ci fosse bisogno di una prova per dimostrare di essere uno dei pesi massimi della party-scene newyorkese, sarebbe sicuramente il veder competere per la tua location due delle feste più importanti della fashion week, e trovarti poi nella posizione di respingere uno dei due. Dato che Acme ha ospitato la Purple Dinner, si dice che la festa di Rodarte abbia dovuto trovare un altro locale. A Purple si è visto il consueto pubblico indie: Justin Theroux, Terry Richardson, Dan Colen, Scott Campbell e Lake Bell - e anche Paula Goldstein e Tali Lennox - prima di che tutti si trasferissero in massa al The Standard per l'afterparty.

Cole's - Evitando accuratamente di organizzare qualcosa all'ultimo minuto, Cole's è rimasto fedele al corso tradizionale dei suoi eventi, stando ben lontano dai party troppo trendy. Ma le aspettative sul nuovo locale del comproprietario Kyle Hotchkiss-Carone erano comunque alte. Hanno ospitato le cene private di Rachel Zoe e Jason Wu, per non parlare degli after party di Dior e della Cinema Society per Beautiful Creatures, contando tra gli ospiti le due star del film Emmy Rossum e Viola Davis.

 

Fonte articolo originale


 Cerca un hotel per questa destinazione



© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck