Logo
Generic 125x125

Cellulare carico alla dogana per USA e Gran Bretagna !

250x250 City
Smartphone

Se partite con un volo per gli Stati Uniti, accertatevi di avere la batteria di telefonino e computer ben carica, in modo che possano accendersi, altrimenti ve li potrebbero requisire. E' una nuova misura di sicurezza introdotta dall'America alla luce del recente allarme terrorismo lanciato da Washington, la cui natura non è stata specificata ma che secondo le indiscrezioni avrebbe a che fare con la possibilità che gruppi di estremisti islamici intenzionati a colpire gli Usa abbiano messo a punto del materiale esplosivo non riscontrabile dai metal detector.

Attraverso le agenzie americane che regolamentano il traffico aereo, la Casa Bianca ha chiesto perciò a un certo numero di aeroporti internazionali da cui partono voli per gli Stati Uniti di iniziare a compiere controlli su apparecchiature elettroniche che potrebbero essere state trasformate in bombe da fare esplodere a bordo di un jet. Nel mirino, riporta la Bbc da Londra, ci sono in particolare telefonini e computer: ai passeggeri in partenza potrà essere chiesto di accenderli e se questo non risulterà possibile, perché la batteria è scarica, i congegni elettronici non saranno ammessi a bordo, in sostanza saranno confiscati, e il loro proprietario potrà essere sottoposto a controlli più rigorosi.

L'aeroporto londinese di Heathrow avrebbe già iniziato ad adottare le nuove misure, che secondo l'emittente radiotelevisiva britannica sono state per ora accettate dal Regno Unito, dalla Francia e dalla Germania, ma che potrebbero venire allargate presto ad altri paesi, in Europa e altrove. I controlli sui telefonini potranno naturalmente causare ritardi e creare lunghe code ai metal detector, rendendo consigliabile ai passeggeri di recarsi all'aeroporto con un anticipo più ampio delle due ore circa che sono in genere considerate la norma.

Nei giorni scorsi la stampa britannica ha parlato di un bombarolo siriano legato ai jidhaisti che stanno attualmente formando un "califfato fondamentalista islamico" in parti della Siria e dell'Iraq come della possibile mente di nuovi ordigni. Sarebbe lo stesso personaggio che in passato aveva nascosto esplosivo nella scarpa di un terrorista in partenza con un volo per gli Usa. La tivù inglese ha dimostrato che anche una sola goccia di esplosivo, nascosto nella cartuccia di una stampante per computer, può provocare seri danni, specie in un ambiento chiuso e ristretto come la carlinga di un aereo. E circolano altre ipotesi su come i terroristi stiano cercando di celare esplosivo e portarlo a bordo di un jet senza che sia possibile scoprirlo attraverso i tradizionali controlli fatti negli aeroporti. Una di queste piste conduce appunto a telefonini e computer. Accenderli è un modo semplice per capire se funzionano davvero come telefonini e computer, o sono stati trasformati nella custodia di un pacco-bomba. Un'altra teoria formulata dai giornali di Londra è che i bombaroli della "guerra santa all'America", legati o meno ad al Qaeda, starebbero cercando i impiantare un certo quantitativo di esplosivo sotto la pelle di un "corriere suicida", che poi si farebbe esplodere una volta che l'aereo è in volo. Si annuncia insomma un'estate a maggior rischio per i viaggi aerei o come minimo di maggiori controlli, code più lunghe e preoccupazioni. La prima conseguenza, per chi parte, è che conviene verificare che la batteria dei cellulare e pc sia carica: altrimenti c'è il rischio che ve lo portino via prima dell'imbarco.

Fonte articolo originale


 Cerca un hotel per questa destinazione



Hotels.com_500x500_IT- sales-
© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck