Laigueglia - Festival del Jazz e delle Percussioni

percFest

PercFest è percussioni e rumore delle onde, è jazz e vento d’estate, è un isola di musica sul mare. Destinazione Laigueglia, in provincia di Savona, dove ogni anno è possibile tuffarsi in un’atmosfera magica, in un piccolo gioiello della Riviera Ligure di Ponente, scelto fra i Borghi più belli d’Italia. Dal 17 al 22 giugno 2014 torna il la 19° edizione del PercFest, il Festival del Jazz e delle Percussioni, con la sua consueta anima doppia, da una parte diavolerie e rulli di batteria, ritmi travolgenti e festosi che fanno pensare al Brasile, dall’altra atmosfere soft e oniriche, in cui tornano alla memoria certi sound del blues di New Orleans.

 Il PercFest invece è italianissimo e come sempre ospita musicisti di fama nazionale e internazionale che in sei giorni sono impegnati in oltre 100 eventi musicali e didattici completamente gratuiti. Il Festival è stato creato ed è curato da Rosario Bonaccorso, contrabbassista di fama internazionale e direttore artistico del festival dal 1996, ideatore anche di Sonata di Mare- In Mezzo c’è solo... il Mare, un progetto che dal 2013 coinvolge tre regioni italiane, la Liguria, la Toscana e la Sardegna e una francese, la Corsica, in un viaggio musicale dedicato al viaggio e alle suggestioni di terre lontane o vicine, divise dall’acqua, ma in fondo legate o raggiungibili in un soffio nei sogni e attraverso la musica.

Fra gli ospiti più attesi ai doppi concerti serali ci sono quest’anno il mitico Jimmy Cobb, uno dei più grandi batteristi della storia del jazz, che suonò in Kind of Blue di Miles Davis, i famosi trombettisti italiani Paolo Fresu e Fabrizio Bosso o il sassofonista argentino Javier Girotto. I seminari e i workshop musicali vedranno come speciali maestri anche Ellade Bandini (batterista anche di Fabrizio De André, Paolo Conte o Roberto Vecchioni), Ignazio Bellini, unico italiano del gruppo inglese Stomp, che darà lezioni originali di Body Percussion e Roberto Taufic, chitarrista impegnato nel Laboratorio di Musica popolare brasiliana.

Ci sono poi corsi di fitness sulla spiaggia (a ritmo delle percussioni suonate dal vivo), laboratori per bambini, lezioni di canto e da non perdere le jam session notturne nei Club, come l’Albatros (vicolo Pagliano 8) o il Zazà Blues di Piazza Marconi. Fra un concerto e una jam session sull’acqua si può gustare l’immancabile focaccia ligure nei vari fornetti del borgo oppure passare a chiedere il tradizionale fritto di pesce ne La cucina del Pignuin (Piazza Marconi 14): nei dehor esterni non è difficile incontrare gli stessi musicisti che fra un piatto di spaghetti ai frutti di mare e un bicchiere di vino bianco ghiacciato improvvisano un pezzo o scherzano divertiti utilizzando come strumenti anche bicchieri o posate.

Domenica 22 giugno gran finale con la notte dei tamburi e con la premiazione del Concorso Memorial Naco, riservato a giovani percussionisti creativi e dedicato a Giuseppe “Naco” Bonaccorsi, fratello di Rosario, artista-simbolo della scuola percussiva italiana, prematuramente scomparso in un incidente stradale. Chi ha tempo può fare una passeggiata sul lungomare per una tappa romantica e golosa nella vicina Alassio. Tappa obbligata è il mitico Caffè Balzola per deliziare il palato con gli storici (la pasticceria esiste infatti dal 1902) e dolci Baci di Alassio. Per dormire in una camera da sogno e risvegliarsi con il rumore delle onde del mare scegliete uno degli storici alberghi della Riviera dei Fiori, il Grand Hotel Alassio, icona di lusso e raffinatezza che offre anche una Spa con Talasso terapia e la spiaggia attrezzata per i suoi ospiti.

Fonte articolo originale


 Cerca un hotel per questa destinazione



© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck