I percorsi più belli da fare in auto

Strada

I percorsi più belli per viaggi sulle quattro ruote, a prova di satellitare. Regina dell'on the road è l'Irlanda con la sua costa occidentale, ma anche l'Italia compare nella hit con il percorso da intenditori Targa Florio.

Sono stati recentemente selezionati da Top Gear Magazine, ed ora sono disponibili gratuitamente per i navigatori TomTom sul sito www.tomtomgreatestroutes.com .

Si tratta di trenta tra gli itinerari europei più affascinanti e spettacolari ad uso e consumo degli appassionati dell'on the road, di vedute mozzafiato e strade panoramiche con qualche curva in più per brividi da intenditori. Tra le mete più belle di tutta Europa compare anche l'Italia con tre percorsi disponibili, tra cui il passo dello Stelvio, la seconda strada di montagna più alta d'Europa a 2.575 metri di altitudine.

Al primo posto in assoluto spicca l'Irlanda con il suo tragitto di 126 km da Galway a Clifden, considerato tra i più spettacolari d'Europa da affrontare sulle quattro o anche due ruote. La costa occidentale irlandese, con un altitudine che va dai 50 ai 100 metri, non è certo adatta a persone deboli di cuore o ad auto noleggiate con sospensioni di scarsa qualità, è bene saperlo. La difficoltà del tragitto è valutata come media.

Tra le prime sei compare anche la Germania con il percorso di soli 33 km ad un altitudine tra i 200 e i 600 metri, che da Nurburg conduce ad Adenau e a Mullenbach. I patiti di alta velocità avranno sentito parlare senz'altro del Nürburgring, un circuito per competizioni automobilistiche e motociclistiche che si snoda intorno al castello di Nürburg, ma conviene non sottovalutare nemmeno le strade che lo circondano. Qui ha sede il leggendario team specialistico per la Porsche di Manthey.

Gran Bretagna (per l'esattezza Scozia), Francia, Spagna e Italia sono le altre location di questa classifica dell'on the road a prova di satellitare. Nel Regno Unito, la sfida corre sul filo dell'acqua con il percorso di 19 km, difficoltà intermedia e altitudine tra 200 e 600 metri, dello scozzese Applecross Pass che inizia a Tornapress sulla A896 e si estende verso il Bealach nam Bo per concludersi ad Applecross. Questo tragitto include un gran numero di ruscelli e consente di varcare il più alto passo della Scozia, il Bealach nam Bo con i suoi 626 metri sul livello del mare.

In Francia detta tendenza sulle quattro ruote il paesaggio montano del Giura e il suo tragitto di 33 km da Claude a Gex, ad un'altitudine tra i 500 e i 1300 metri, seguendo la strada D436 (attenzione all'autovelox!) che, riserva tratti di guida assolutamente straordinari, soprattutto verso la Svizzera. La Spagna è segnalata con una strada che viene reputata la preferita per il lancio di nuove auto: è la strada verso Ronda con i suoi tratto tortuosi come quello che va a El Burgo e giù fino a Coin. Quest'ultimo è un tragitto per esperti di 30 km ad un altitudine tra i 150 e i 1000 metri.

Infine, ecco anche il tricolore nella hit delle "belle di strada": l'Italia degli automobilisti parla il siciliano con il famoso percorso Targa Florio, 77 km di pura esperienza alla Nuvolari ad un'altitudine tra i 200 e i 700 metri, nel comprensorio delle Madonie, in provincia di Palermo. La strada tortuosa da Cerda e ritorno comprende meravigliosi passaggi montani e un percorso diritto per sei chilometri, passando per Caltavuturo e Collegano. Unica controindicazione per i guidatori: la strada è anche famosa per l'eccellenza di prodotti enogastronomici che vengono venduti, su tutti pregiati vini come la DOC Valledolmo. Vale la pena smaltire qualche bicchiere di troppo prima di rimettersi alla guida, magari in uno degli agriturismi tipici che costellano il circuito, qualche nome? L'Agriturismo La Targa Florio, ad esempio, per rimanere in tema. Sicuramente facile da ricordare.

Indirizzi utili
Tom Tom - Top Gear Magazine
www.tomtomgreatestroutes.com
Agriturismo La Targa Florio
Tel: 091/8992330
www.agriturismolatargaflorio.it

Fonte: www.viaggi24.ilsole24ore.com


 Cerca un hotel per questa destinazione



© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck