Colombia

La nuova Colombia

Colombia

Il verde della «sabana», l’altopiano su cui si distende Bogotà, è scintillante: un’alchimia tra la luce equatoriale e la straordinaria altitudine della capitale della Colombia, 2600 metri. Ma oggi più che mai è anche un verde carico di speranza. Certo, questo è il Paese che nel sentimento comune è associato alla violenza e al narcotraffico, dove quasi il 10 per cento della popolazione (poco meno di quattro milioni su 40) è costituito da desplazados, gente che è fuggita dalle proprie terre in mano ai fuorilegge e si ammassa nei quartieri periferici delle metropoli.    ( leggi tutto )


Lungo la Ande

La Laguna di Quilotoa

La porta dell'Ecuador, per chi arriva dalla Colombia, è Tulcan, sulle Ande. Dopo centinaia di chilometri di Panamericana , camion in coda di giorno e banditi in agguato di notte, finalmente l'Ecuador. Incastrato tra la giungla amazzonica e l'Oceano Pacifico, terra di vulcani e piranha, banani e pappagalli. Otavalo, a tre ore di bus dal confine, vanta uno dei principali mercati del Sud America, il mercato dei poncho. Gli indios affollano le vie della cittadina, cappelli sulla capigliatura bruna avvolta in una treccia, vesti di lana variopinta, le donne con i bambini imbragati sulle spalle. Turisticamente mette quasi in ombra la vicina Quito.
     ( leggi tutto )

Narcotour a Medellin

Medellin

Medellin è la seconda città della Colombia, quasi due milioni e mezzo di abitanti. Un tempo era famosa per il caffè, oggi è una delle capitali dell’industria tessile sudamericana. Ha dato i natali a Fernando Botero, a due glorie del calcio colombiano – il portiere clown René Higuita e Ivan Ramiro Cordoba – ma se la città è diventata famosa in tutto il mondo è stato grazie, e a causa, di Pablo Emilio Escobar Gaviria, il più famigerato narcotrafficante colombiano.    ( leggi tutto )


Whalewatching in Sud America

Balene in Sud AmericaIn America del Sud è arrivata la stagione delle balene. In concomitanza con la primavera, le stagioni infatti in questa parte di mondo sono opposte a quelle europee, e fino a novembre, gli enormi cetacei provienienti dalle gelide coste antartiche scelgono queste acque per riprodursi, lasciandosi ammirare un pò ovunque, nei mari che bagnano diversi paesi del Centro e del Sud America. Bryde, Minke, Cuvier, Sei, piloto, capodogli pigmei non c’è che l’imbarazzo della scelta.    ( leggi tutto )


Problemi per le guide Lonely Planet

Guida della Colombia

Non è ancora chiaro se qualche turista, fidandosi delle indicazioni, sia capitato in qualche bettola maleodorante o in un locale malfamato. Probabilmente no. Ma fatto sta che la Lonely Planet è stata costretta a ordinare una revisione di alcune delle sue celebri guide di viaggio dopo che un autore ha ammesso (e poi parzialmente smentito) di essersi inventato buona parte dei suoi contributi   ( leggi tutto )


Anche le Maldive fra le mete a rischio

Maldive

In realtà, a seguire alla lettera le indicazioni della Farnesina sarebbe meglio restarsene tranquilli a casa propria.

Perché nell’elenco delle mete turistiche a rischio, fornito dal sito «Viaggiare sicuri», non ci sono solo quei Paesi nel pieno di conflitti a bassa o alta intensità che il buon senso suggerirebbe comunque di evitare.   ( leggi tutto )


tipi di contenuto
© 09/09/2004 - Rolando Davide Alcuni articoli sono stati tratti da altri siti, il © resta del relativo autore Website Design By : Eyrieteck